Follow by Email

giovedì 8 settembre 2011

Tutti abbiamo bisogno della Banana...

E qui casca l'asino...levatevi pure quel sorrisetto malizioso dalle vostre facce ancora abbronzate, non sto parlando di prestazioni al limite dell'inverosimile, non sto per parlare di Rocco Siffredi (Rocco chiii?ah quello che è riuscito a rendere volgare un abito di armani all'ultimo festival del cinema a Venezia, e no..non aveva buchi strategici..era solo volgare e basta...ecco si proprio lui..), non sto per parlare dell'unico frutto dell'amore..ma sto per parlarvi di un'altra banana, molto più famosa, molto più intelligende e anche feconda...che squillino le trombe, che rullino i tamburi..oggi vi parlo di.... (suspense..questa sconosciuta...ormai l'effetto vedo non vedo è obsoleto...) comunque dicevo...oggi commenterò...BANANA YOSHIMOTO..si ok daccordo non sarà Bruno Vespa ne tantomeno Seneca...ma..a me lei piace...
Per i poco informati..lei è una scrittrice giapponese nata a Tokyo nel 1964 e dal 1991 ci delizia gli occhi e stuzzica la nostra fantasia con i suoi racconti esilaranti, a volte inverosimili ma allo stesso tempo così reali..lei è maestra nel capovolgere la vita, a farci credere fino all'ultimo una cosa anzichè un'altra..insomma non sarà certo il prossimo premio Nobel, ma ha uno stile affascinante...e proprio per questo ho deciso di inaugurare la rubrica "club del lettore" con lei...(ah per la cronaca..mettetevi in poltrona, sorseggiate del gin tonic come le vere signore di un tempo, mettetevi comode e godetevi la lettura....) io non sono qua a consigliarvi i suoi libri..perchè sono tutti da leggere (e vi vedo, non inventate scuse..la fnac ha un reparto dedicato a lei...) io sono solo qua per presentarvela e perchè con lei ho molte cose in comune iniziamo...
- l'altezza (lei un metro e venti, io un metro e venti più una punta)
-la stravaganza...(e su questa cosa avrei da aprire mille finestre...ma le evito...)
-la voglia di comunicare al mondo qualsiasi cosa anche non richiesta
-le sue storie...giuro che non c'è un racconto nel quale io non mi sia riconosciuta
ok l'elenco è terminato, anche se sono convinta che cose in comune con lei ne ho ancora, solo che ora non mi vengono in mente..quindi evito di continuare a scrivere elenchi e liste inutili e passo al dunque...
non spaventatevi della trama a tratti sconvolgente e a tratti con nomi incomprensibili: mi rendo conto che pronunciare in una sola frase chie-chan mangia katsuobushi sorseggiando pu-erh sul tatami  sia l'equivalente di tre trentini entrarono in trento tutti e tre trotterellando (oh..che fatica scriverlo!) ma andate oltre le apparenze..dietro queste favole di vita giapponese si nasconde l'universo infinito delle nostre anime...proprio leggendo uno dei suoi libri ho scoperto cose nuove, ho dato più importanza ad alcuni rapporti sopiti da tempo, ho riscoperto me stessa (il che mi sa anche un po' di rinascita del buddha..ma poi non ho sentito cori celestiali e ne tantomeno fiori sbocciare) ma mi sono sentita diversa dopo ogni sua lettura..migliorata ecco!!!
quindi vi lascio con un buon proposito per tutti voi: leggete sempre, spesso, ogni momento...la lettura è nutrimento dell'anima (e questa non l'ho detta io...andate a cercare su wilkipedia chi ha pronunciato questa frase...) chiudo per oggi la rubrica club del lettore...riprenderà la prossima settimana con nuovi scrittori!!!
HAVE A NICE DAY!!

Nessun commento:

Posta un commento

ora ditemi cosa avete voi in testa...