Follow by Email

sabato 10 settembre 2011

E anche quest'anno è iniziato il campionato! apperòòòòòò

Avete presente quelle fotografie sui libri di storia dove uomini vestiti di pezzi di animali erano ritratti seduti intorno al fuoco inebetiti dalle storie di caccia di altri intrepidi uomini vestiti di pezzi di animali? ecco lo scenario è cambiato ben poco...solo che al posto del falò, al posto dei pezzi di animali che ricoprono le nudità ci sono radiatori super tecnologici e abiti che coprono più del dovuto (a volte!) e al posto di un intrepido cacciatore c'è un intrepido calciatore che si affanna, suda, si slancia per...per...per un PALLONE!!! cioè...non per difendere l'umanità dalle atrocità del mondo, non per difendere una donna che si è vista sotratta dall'ultimo capo di Valentino in super saldo, non dall'aiutare la moglie a fare da mangiare... no no... per un pallone, si insomma quella cosa tonda che circola per il campo per 90 minuti o poco più, e non c'è solo un uomo inutile in mezzo al campo..no no... molti di più 22 in campo più una trentina di assistenti, tecnici, medici e altro più.
allo stadio ci sono andata, e sembre di essere catapultati indietro nel tempo... più precisamente nel periodo dei gladiatori... dove un gruppo di uomini veri (ornati di muscolazzi di ordinanza, barbone, e virilità fuori dal comune) sfidavano tigri o altri gladiatori fino all'ultimo sangue, e la folla sbraitava, alzava mani, ineggiava alle divinità, intonava cori razzisti ecc ecc... ecco la situazione è poco cambiata, purtroppo il razzismo c'è ancora e forse peggio di prima, gli uomini si trasformano in brutti ceffi pronti a sbraitare, a suggerire (che poi l'uomo medio allo stadio ha la panza, bottiglia di birra in mano, barba incolta dalla notte insonne aspettando la partita, capacità di linguaggio pari a quella di un bebè...) e quindi me lo voglio proprio vedere correre nel campo e arrancare dietro il pallone....
insomma detto tutto la situazione si è solo evoluta, ma esiste ancora... ora gli uomini saltano addirittura il pranzo se la squadra del cuore gioca alle 12, si spalmano davanti al divano e gli unici versi che sentiamo sono sgrunt, au, dai, vai, tira, passa, rigore arbitro era fuori gioco; solite espressioni, solito fervore... e poi criticano noi donne se davanti a sex and the city ne parliamo come se fossero nostre amiche..., ma almeno loro recitano, smessi i panni tornano a essere donne normali, non energumeni carichi di testosterone che si credono uomini solo perchè rincorrono un oggetto rotante!!!
HAVE A NICE DAY!

Nessun commento:

Posta un commento

ora ditemi cosa avete voi in testa...